PRESS & INFO

31.03.2019 - Rarissimo esemplare di Pseudorca Crassidens neonata ritrovata spiaggiata morta presso Belvedere Marittimo (CS)

Un rarissimo esemplare di Pseudorca crassidens neonata è stata ritrovata spiaggiata morta presso Belvedere Marittimo, sul litorale Tirrenico calabrese. Erano presenti sul posto il dott. Giorgio Kruklidis del Servizio Veterinario Area C di Cetraro e la Dott.ssa Stefania Giglio dell’Associazione MARE Calabria, entrambi afferenti alla Rete Regionale Spiaggiamento della Regione Calabria. Da otto anni in Calabria tutti gli interventi sono eseguiti con la Rete Nazionale Spiaggiamento tramite il Coordinatore Nazionale per gli Spiaggiamenti Anomali, Dott. Sandro Mazzariol dell’Università di Medicina Veterinaria di Padova e la Rete di Istituti Zooprofilattici Italiani, che in Calabria ha come referente scientifico il Dott. Giuseppe Lucifora dell’IZSM di Mileto. L’animale è stato consegnato dal servizio veterinario e trasportato dalla Dott.ssa Stefania Giglio al MUPEM - Museo della Pesca e del Mare di Montepaone. Nei prossimi giorni saranno eseguite le indagini necroscopiche e di routine condotte dalla rete Nazionale di Istituti Zooprofilattici per risalire alle cause di morte al fine di tutelare la specie. La morte è presumibilmente di origine virale legata alla specie e non riferibile ad alcuna attività antropica legata alla pesca o di altra natura. Grazie al lavoro straordinario e costante di tutti questi specialist, (volontari da sempre!) la Calabria continua a primeggiare in Italia in quanto a professionalità e tempestività negli interventi nelle occorrenze di spiaggiamento di animali marini, mostrando una ricchezza biologica inestimabile e una eccezionale capacità di tutela della biodiversità marina.

Il progetto europeo INDICIT

INDICIT

 

What is Indicit?

INDICIT (Implementation Of Indicators Of Marine Litter On Sea Turtles And Biota In Regional Sea Conventions And Marine Strategy Framework Directive Areas), is a two year project (february 2017 – february 2019 funded by the European Union. The consortium, composed of researchers from 7 different countries, is committed to support the implementation of EU’s Marine Strategy Framework Directive (MSFD) and other international environmental policies aiming at protecting the marine environment (especially the Barcelona convention, the OSPAR convention, the HELCOM etc).

SNPA - Sistema Nazionale Protezione Ambiente - Risultati INDICIT

 

Plastica nelle tartarughe marine, i risultati finali in uno studio

L’ampia distribuzione geografica della Caretta Caretta , la presenza in differenti habitat e la caratteristica di ingerire i rifiuti marini fanno della specie un buon indicatore per valutare l’impatto della plastica sulla fauna marina.

Per questo il progetto biennale INDICIT (INDICator Impact Turtle), finanziato dalla Commissione Europea, è partito dalle tartarughe per analizzare quale sia il reale impatto della plastica sulla fauna marina. I risultati finali del progetto saranno pubblicati a breve, ma intanto sono stati resi noti i primi dati. Innanzitutto che il 58,2 % dei 1316 esemplari di Caretta Caretta analizzati aveva ingerito oggetti di plastica, principalmente usa e getta. Delle oltre 1300 tartarughe, ben 804 presentavano residui di plastica nell’apparato digerente, mentre altri resti sono stati trovati nei residui fecali di 407 esemplari.
I risultati del progetto mostrano, inoltre, quanto gli oggetti di plastica si spostino da un mare all’altro per mezzo delle correnti marine, anche su grandi distanze. Ad esempio, nello stomaco di tartarughe spiaggiate in Italia è stato rinvenuto l’involucro di uno snack francese, insieme a cannucce, tappi, lenze e ami.

Un documentario realizzato da Ispra, partner del progetto, mostra
le attività svolte sul campo dai ricercatori dei setti paesi che hanno lavorato a INDICIT (Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Grecia, Turchia e Tunisia). Le immagini mostrano in che modo sono stati raccolti i dati sulle tartarughe marine, il lavoro svolto nei centri di soccorso e nei laboratori per la costruzione di un metodo comune.

Il link al documentario YOUTUBE https://www.youtube.com/watch?v=u7sL3CIinTQ

Inagurazione del MUPEM 29 luglio 2018 (fonte Corriere della Calabria)